foto molfetta

È l’azienda veronese Sport Management ad essersi aggiudicata la gestione della piscina di Via Longone della Spina di Molfetta risultando la società vincitrice della gara d’appalto indetta dal Comune di Molfetta (BA), ai sensi degli artt. 164 e 60 del Codice degli Appalti di cui al d.lgs. n. 50/2016 e smi. Ora l’azienda sarà chiamata alla gestione dell’impianto cui sarà garantita una notevole opera di ristrutturazione, di adeguamento normativo e di migliorie funzionali seguite dal lavoro dall’ing. Massimo Magnotta e del suo team di collaboratori (Ing. Ruggiero Ciniero, Arch. Vanessa Anna Vacca, Ing. Ilaria Maria Pierri).

SPORT MANAGEMENT Nata nel 1987, da oltre 30 anni Sport Management si pone al servizio del pubblico, proponendo una gestione qualificata dello sport e del tempo libero. Nata come gestore di strutture di proprietà pubblica, impianti acquatici in primis, Sport Management si presenta oggi come un partner a 360° per le Amministrazioni Pubbliche. Progettazione, costruzione, project financing ed innovazione, unite alla capacità di anticipare e comprendere i bisogni dell’utenza rendono Sport Management il leader in Italia di questo mercato. Forte della propria esperienza, della capacità di mettere in campo una squadra di professionisti al servizio della collettività e del riscontro positivo presso il pubblico, Sport Management guarda con fiducia all’evolversi del settore sportivo e del benessere, con l’obiettivo di garantire con professionalità e rigore la missione di servizio pubblico cui la società è chiamata, per contribuire alla valorizzazione delle risorse di cui il territorio dispone.

LAVORI PISCINA MOLFETTA La proposta progettuale di Sport Management farà sì che l’impianto di Via Longone della Spina di Molfetta sarà interessato da opere di ristrutturazione, adeguamento normativo e migliorie funzionali. Questo per contrastare l’abbandono dell’impianto attraverso il miglioramento degli standard di sicurezza e di qualità degli ambienti sia interni sia esterni. Gli interventi proposti sono studiati in funzione di un attento recupero della piscina al fine di garantire una razionalizzazione dei consumi energetici, adeguando gli impianti termici agli standard di efficienza che la normativa odierna richiede. Inoltre, attraverso gli interventi edili e strutturali di miglioria, si intende ricostituire uno spazio funzionale per la comunità che è attualmente degradato e vandalizzato.

OPERE EDILI La proposta progettuale tende a riqualificare l’area esterna ed interna, migliorare l’efficienza degli impianti e adeguare l’impianto natatorio alle normative vigenti. I vari interventi di revisione e rifacimento delle parti architettonicamente degradate con materiali e tecniche efficienti daranno nuovo lustro alla struttura attualmente obsoleta.

OPERE IMPIANTISTICHE con riferimento agli aspetti impiantistici elettrici, il progetto prevede una serie di interventi mirati alla riduzione del consumo globale di energia elettrica attraverso l’utilizzo di apparecchi di illuminazione con tecnologia LED, al ripristino dei sistemi di rilevazione ed allarme antincendio, alla ridistribuzione dei circuiti elettrici e dei relativi quadri di comando e protezione, fino anche all’ampliamento dell’impianto di illuminazione esterna e l’installazione di un nuovo sistema di videosorveglianza. Saranno introdotte delle azioni di miglioramento tecnologico ed efficientamento energetico su tutti i corpi illuminati presenti nella zona piscina e pubblico. Grazie all’utilizzo degli apparecchi con tecnologia LED in sostituzione delle attuali lampade a Ioduri Metallici, oltre che ad una ottimizzazione dei flussi luminosi si otterrà anche un risparmio energetico complessivo a parità di Lumen prodotti.

RIQUALIFICAZIONE DELL’AREA ESTERNA Nel tempo l’area ha subito diverse modifiche, come ad esempio, la sostituzione dell’area di servizio esterna in un’area in cui venivano installati degli ombrelloni su un sottofondo di ghiaia. Si rende perciò necessario il ripristino dell’area di servizio esterna, rispettando la normativa in tema antincendio. L’area incolta, al cui interno era disposto un campo di beach volley, verrà riqualificata attraverso la realizzazione di una pavimentazione in legno amovibile, la quale abbraccerà una piscina scoperta, anch’essa amovibile. Tutte le superfici previste eliminano le barriere architettoniche, rendendo la nuova area totalmente accessibile ai diversamente abili ai sensi del D.M. 14 giugno 1989 n. 236. Inoltre, la nuova area disporrà di idonei dispositivi e sistemazioni antincendio, nel rispetto della vigente normativa. La costruzione di una nuova vasca ludica scoperta creerà una zona perimetrale di qualità e di interesse pubblico, poiché si rivolge alla comunità in modo da garantire un servizio che permettere di utilizzare gli spazi non solo dell’impianto natatorio esistente, ma anche di una zona destinata al relax e allo svago. L’ area circostante la piscina sarà arredata con sedute, divanetti, ombrelloni, piccoli gazebi, poltrone, vasi e piante, in particolare palme, e quant’altro occorrente per rendere l’area completa e fruibile agli ospiti. È inoltre previsto un chiosco-bar, servizi igienici e docce a disposizione degli ospiti, spogliatoi e una biglietteria. L’intera progettazione dell’area esterna è stata concepita con i caratteri di amovibilità, per permettere lo smontaggio di tutta la struttura al termine del periodo estivo. Tale intervento fornirà un ulteriore comfort per i visitatori, oltre a riassegnare all’area in questione una forte valenza paesaggistica.

SERGIO TOSI (Presidente Sport Management): “È con grande piacere che oggi presentiamo il progetto di ristrutturazione ed intervento di manutenzione straordinaria, a tutta la cittadinanza di Molfetta, che, secondo il cronoprogramma, potrà usufruire di una struttura all’avanguardia sia per l’attività ludica e motoria di avviamento allo sport e all’agonismo, sia l’attività legata agli atleti diversamente abili. All’interno della struttura verranno organizzate attività dedicate a tutte le fasce d’età, sia per quanto riguarda le attività acquatiche, sia per le attività a secco, con allestimento di un centro fitness collegato alle 2 vasche, un servizio bar ristoro, e altri servizi annessi. Per quanto riguarda la parte estiva verrà allestita una zona solarium con accesso al mare e una vasca fuori terra con giochi ed allestimenti dedicati ai bambini in alternativa a chi invece desidera usufruire dei bagni marini. Come ho avuto modo di esprimere in altre occasioni, Molfetta dovrà essere per la nostra Società un biglietto da visita di qualità e servizio. Ringrazio i tecnici e funzionari comunali per la collaborazione e la competenza dimostrata per arrivare a questo importante traguardo”.

TOMMASO MINERVINI (sindaco di Molfetta): “È un’altra tappa importante per la città, la storia di una incompiuta, come la piscina, va a nuova vita. Mentre tutto si sfascia noi creiamo una forte coesione sociale ed amministrativa. Non sarà la classica piscina, ma un nuovo servizio che abbraccerò tutte le attività che con l’acqua si possono fare. D’altra parte abbiamo la fortuna di avere una piscina sul mare. A partire da oggi andiamo a ripristinare e facciamo rivivere il progetto originario che prevedeva una piscina interna e una esterna, un punto di aggregazione davvero importante. Nella stessa zona in cui si trova la piscina c’è il Pala Panunzio, un po’ più in là c’è lo stadio Paolo Poli, in direzione sud c’è il campo sportivo Petrone e poi c’è il Park club che ritornerà nella disponibilità del comune. Nei fatti creiamo una vera cittadella dello sport”.

RENDER 6 RENDER 4ok RENDER 3. RENDER 2.

CategoryNews