0f37a0f3-9e78-4597-94bf-b9859266e122

Spalti gremiti in entrambe le giornate di gare.
Maurizio Pompele: “Prestazioni di rilievo in tutte le categorie”

Cala il sipario sulla VI edizione del Meeting Città di Lecco. Due giorni di gare entusiasmanti nei quali sono scesi in acqua oltre 1600 atleti in rappresentanza di 20 società. Grandissimo successo di pubblico con gli spalti della Piscina del Centro Al Bione gremiti in entrambe le giornate di gare.

Sabato si sono sfidati i ragazzi delle Categorie Esordienti A e B. La vittoria della classifica società è andata al Team Nuoto Sport Management che con i suoi 470,50 punti si è messa alle spalle la Canottieri Lecco (179) e il NC Seregno (135). Premiate come migliori prestazioni di giornata le vittorie nei 100do (01’10”18) e 100sl (01’04”17) di Angelica Angiletta (Canottieri Lecco). Tra i maschi ottimo crono di Daniele Cesana (Viribus Unitis) nei 100ra Es. B (01’32”50).

Nelle gare di domenica, si conferma al primo posto in classifica società il Team Nuoto Sport Management con 1155 punti, davanti a Canottieri Lecco e Ice Club Como.

Al mattino importanti affermazioni nei 400sl di Simone Gangemi (Assoluti) e Anna Pirovano (Vittoria Alata – Assoluti), rispettivamente con i crono di 03’55”61 e 04’18”47. Nei 200fa ha confermato il buon momento di forma Davide Cova (Assoluti – 02’01”93), precedendo il compagno di squadra Luca Chirico (02’03”37). Tornando alle femmine, Stefania Cartapani si aggiudica i 100do Assoluti (01’00”56), mentre Ludovica Patetta, atleta Team Nuoto di base a Lecco, fa suoi quelli della categoria Ragazze (01’05”54). La gara regina dei 100sl Assoluti viene vinta da Lucrezia Bersanetti con il tempo di 56”50. Degne di nota anche le vittorie di Erminia Di Marzio (100ra Assoluti – 01’12”97) e Simone Vecchio (200ra Assoluti – 02’19”49). Nell’ultima gara del mattino, quella dei 200sl, vinta da Simone Gangemi (01’51”84), ottimo crono (01’52”08) di Claudio Fossi. Per uno dei migliori ranisti a livello nazionale un’ottima indicazione anche da uno stile che non rappresenta una sua specialità.

Nelle gare del pomeriggio, invece, ha concesso il bis Lucrezia Bersanetti, che vince i 200sl Assoluti con il tempo di 02’02”63. Sempre nei 200sl, categoria Ragazze buon secondo posto di Martina Ratti (classe 2003) con il bel crono di 02’07”53. Si ripete anche Anna Pirovano (Vittoria Alata) che trionfa nei 200fa Assoluti (02’19”42). Show di Luca Chirico che conquista il primo posto sia nei 100sl Assoluti (50”04) che nei 100fa Assoluti (54”38). Grandissima performance, inoltre, di Ludovica Patetta che fa segnare l’ottimo crono di 02’13”19 nei 200do Ragazze. In vasca anche la campionessa italiana nei 200ra Francesca Fangio, che non delude le attese e nella sua gara tocca per prima con il tempo di 02’27”48. Infine salgono sul gradino più alto del podio anche Manuel Franco Cofrani (100do Assoluti – 54”15), Marco Zanca (100ra Assoluti – 01’02”82), Sara Morotti (50sl Assoluti – 26”48) e Vittorio Pomero (50sl Assoluti – 23”18).

Consulta qui tutti i risultati della due giorni di gare.

“Un successo – ha commentato al termine della manifestazione un soddisfatto Maurizio Pompele – Sono stati due giorni intensi di gare ma la qualità espressa è stata rilevante. Purtroppo, a causa dell’influenza, è stata costretta a dare forfait la beniamina di casa Susanna Negri. Ma non sono mancati risultati cronometrici rilevanti. Su tutti il 02’13”19 nei 200do dell’altra lecchese, Ludovica Patetta, un crono che vale la qualificazione ai campionati italiani assoluti. Voglio ringraziare per la sua presenza il Presidente della Canottieri Lecco, Marco Cariboni. Un ringraziamento doveroso – conclude – va anche a tutto lo staff del Centro Al Bione di Lecco per il lavoro svolto con serietà e professionalità”.

“Ci sono state delle ottime prestazioni da parte della nostra squadra – ha sottolineato il Team Manager Gionatan Menga – Silvia Scalia, campionessa italiana dei 100do, non ha gareggiato nelle sue specialità ma si è ben distinta con un secondo posto nei 100fa, così come l’altra campionessa italiana Francesca Fangio e la giovane Ludovica Patetta. Il livello qualitativo di questo meeting ha consentito ai nostri atleti di trarre ottime indicazioni in vista degli impegni primaverili”.