13880158_967473340017255_7303914101697942603_n

L’atleta del Team Nuoto Sport Management, con una super prestazione nel finale, regala all’Italia una medaglia olimpica su questa distanza che mancava da Sidney 2000

Gabriele Detti non delude le attese. Il livornese, atleta di punta del Team Nuoto Sport Management, nonché Campione Europeo in carica nei 400sl, regala all’Italia la prima medaglia olimpica nel nuoto ai Giochi di Rio 2016.

Parte forte sin dalle batterie eliminatorie, dove si qualifica alla finale con il terzo tempo, 03’43”95, a soli due centesimi dal suo personale.

Ma è in finale dove dà il meglio di sé. Davanti a lui ci sono solo l’australiano Mack Horton, che vince con 3’41″55, e il cinese Sun Yang, campione uscente e bicampione mondiale della distanza, secondo con 3’41″68. Gabriele fa segnare la sua miglior prestazione personale con il tempo di 03’43”49 (passaggi: 54″67, 1’51″84, 2’48″82), a soli 9 centesimi dal primato italiano di Massimiliano Rosolino. Queste le sue parole al termine della gara: “Mi sono preso la mia rivincita dopo le sfortune dell’anno scorso. Adesso mi aspettano altre due gare. La medaglia olimpica è un sogno che si realizza”.

La gara. La partenza di Gabriele non è eccezionale e ai primi 200m è ultimo. La rimonta comincia ai 250 metri dove recupera fino al sesto posto, ma è nell’ultima vasca che compie una vera e propria impresa, risalendo ben tre posizioni e superando gli statunitensi Dwer, Jaeger e il britannico Guy, in testa ai 300 metri e crollato nel finale.

Si congratula con lui il Team Manager Sport Management, Gionatan Menga: “Emozionante vedere Gabriele con la medaglia olimpica al collo. La sua gara è stata eccezionale con un finale al cardiopalma a dir poco esaltante. A nome del Team Nuoto voglio congratularmi per la sua prestazione. Siamo orgogliosi di lui”.